OffShores è sinonimo di illegalità?

Cosa sono le società offshore?

Le Offshore sono società che si registrano in stati esteri con un regime fiscale privilegiato, ma che sviluppano le proprie attività al di fuori del paese interessato.

I profitti delle società offshore sono quindi detratti dal regime fiscale in cui sono effettivamente prodotti approfittando dei vantaggi offerti dal paradiso fiscali come:

 – Imposizione fiscale nulla o agevolata  – Nessuno scambio di informazioni fiscali

 – Semplificazione burocratica  – Scasi controlli

Al confine con l’illegalità

A differenza di quanto comunemente si pensa però le società offshore non sono illegali, ma rappresentano un modo per evitare la pressione fiscale del proprio paese e sono spesso considerate moralmente discutibili e associate a operazioni finanziare illecite.

Per la legge italiana aprire una società di offshore non è reato , ma se avviene in maniera occulta è considerata violazione delle norme tributarie. Tutte le aziende infatti hanno l’obbligo di trasmettere alla CONSOB ( Commissiona Nazionale per le Società e la Borsa ) i bilanci delle società estere controllate. L’illegalità subentra a seconda dell’utilizzo che viene fatto di queste società. I paradisi fiscali garantiscono un’elevato livello di segretezza , un basso livello dei controlli e dei procedimenti burocratici e fiscali. Tutto ciò facilita la creazione di un sistema che impedisce alle autorità di individuare i veri amministratori della società, e di scoprire i responsabili di eventuali operazioni di riciclaggio di denaro o di altri reati finanziari.

Chi ne approffita?

Le aziende e le società che decidono di aprire una offshore, o succursale, sono certamente spinte dalle maggiori possibilità di guadagni e di profitti, che si possono facilmente ottenere registrando la propria compagnia in uno Stato a regime privilegiato anziché in quello dove condurrà la sua attività.

Molti sono gli imprenditori italiani che hanno deciso di aprire una società di questo tipo per ovvie ragioni: prima di tutto la riconosciuta lentezza della burocrazia italiana, la non trasparenza e l’assoluta segretezza sui qualsiasi movimento bancario, dal costo elevato per la conduzione di un’attività aziendale e alla forte pressione fiscale. Colo i quali approfittano dell’apertura di attività offshore solitamente non sono le piccole e medie imprese, che avrebbero più difficoltà a mettere in piedi una società offshore, ma sono invece proprio le grandi aziende e società con grossi fatturati ad adottare sempre più spesso questa tecnica.

Una sistema veloce

Esistono società di consulenza specializzate nella creazione di società offshore. Ciascuna società o agenzia di consulenza propone differenti tipologie di società offshore ad anonime, che aiutano nella scelta dello Stato più in linea con le proprie esigenze di mercato. Online si contano centinaia di società che offrono questi servizi per ogni tipo di attività che intenda spostare o aprire succursali nei paesi a regime fiscale agevolate.

Un imprenditore con approfondite conoscenze fiscali e tributarie potrebbe anche decidere di occuparsi personalmente dell’apertura della propria società offshore senza rivolgersi ad alcun consulente, ma è importante conoscere le più importanti regolamentazioni finanziarie e giudiziarie internazionali per non subire denunce per riciclaggio di denaro o evasione fiscale.

 

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *